Uncategorized

Come sintonizzare i canali RAI

Sintonizzare i canali RAI può diventare un’impresa quando non c’è modo con la sintonizzazione automatica, di trovare i canali RAI o di trovarli nella posizione giusta (Rai 1 sull’uno, Rai 2 sul 2, ecc.). Oggi vediamo come mai succede e come correre ai ripari.

Indice

Andare su Rai Way
Come fare la sintonizzazione
Fare una prova via satellite
Consigli utili
Conclusione

Andare su Rai Way

La prima cosa da fare è capire se il decoder prende la frequenza giusta o meno. Per sintonizzare i canali RAI con certezza, si deve andare sul sito di Rai Way. Questo sito indica esattamente le frequenze regione per regione che si devono mettere per fare la risintonizzazione dei canali TV RAI.

Andando su questo sito, quindi, si può compilare un form con:

  • Regione.
  • Provincia.
  • Città.

Una volta messi i dati nel form, si mette la spunta alla voce TV e si sceglie il bottone Cerca. In questo modo, si ottengono le frequenze che si dovranno “dare in pasto” al decoder o alla smart TV per ottenere nel modo giusto i canali RAI in chiaro.

Se non si riesce da quel sito, si può usare in alternativa quest’altro. A questo punto, si seleziona la regione di appartenenza, poi la città. Sarà un bottone blu da selezionare con il nome della città.

Infine, comparirà un documento con la frequenza che si deve inserire risintonizzando il decoder.

Come fare la sintonizzazione

A cosa è servito cercare le frequenze dei canali RAI? A inserirle con la sintonizzazione manuale. Infatti, per un problema di configurazione, può capitare che la RAI non prenda bene e con la sintonizzazione automatica non si riescano a trovare i canali.

Per arrivare alla sintonizzazione manuale, si deve premere sul telecomando Menù, per ritrovarsi poi sulla finestra delle Impostazioni. Da lì, si potrà scegliere l’opzione Configurazione, scorrendo con il telecomando e scegliendo con il pulsante OK.

A questo punto, si deve cercare la voce Sintonizzazione manuale. Ora, si sceglie l’antenna, si sceglie il collegamento DTV (e non ATV, oppure ATV-DTV, altrimenti non esce assolutamente nulla) e si può fare la ricerca dei canali.

Prima di effettuarla, si deve scegliere l’opzione da spuntare ordinamento automatico dei canali (LCN). In questo modo, Rai 1 si troverà al termine della sintonizzazione premendo su 1, Rai 2 premendo sul 2, ecc.

Infine, una volta completata la configurazione, si deve completare la procedura con OK. Cosa fare, invece, se anche in questo modo non si è riusciti a sintonizzare i canali RAI? La prima cosa da fare è verificare il manuale di istruzioni del decoder, per capire se il problema non dipende dal dispositivo o dalla smart TV.

Se non si ha il manuale a disposizione, si può scaricare il PDF del manuale sul sito ufficiale dell’azienda produttrice, andando sui Download.

Si dovrebbe fare anche un controllo sull’antenna, per capire se un orientamento sbagliato può aver causato il problema, dato che la copertura della RAI è nazionale.

Fare una prova via satellite

Quando ci sono dei problemi di copertura del segnale, allora si può pensare di installare un’antenna parabolica che potenzi il segnale. In questo caso, è importante far installare il tutto a un buon antennista, per poi fare la risintonizzazione dei canali.

In più, è necessario che l’antennista sia ancora presente quando si fa la risintonizzazione così, se i canali continuano a vedersi male o non si vedono si potrà intervenire e agire nella maniera migliore.

Consigli utili

Sintonizzare i canali RAI non è difficile, ma spesso i problemi di segnale non rendono efficace questa operazione. Se hai già un dispositivo di ultima generazione in casa, allora non dovresti avere difficoltà a risintonizzare i canali, o a gestire le frequenze. Se ci si trova in difficoltà, in attesa dell’arrivo del tecnico, si possono vedere le reti Rai direttamente dal sito Rai Play, se la smart TV di casa si collega a Internet tramite Wi-Fi.

Tra le cause della sintonizzazione che non funziona, ci può essere il fatto che il dispositivo è di vecchia generazione. Quindi, non prende più il segnale che, nel frattempo, è cambiato.

Quindi, se oggi si deve fare un acquisto, conviene scegliere le smart TV e soprattutto che queste siano in grado di:

  1. Collegarsi a Internet, per vedere i canali lì in caso di emergenza e non solo.
  2. Utilizzare la nuova configurazione per il digitale terrestre DVB-T2. Questo nuovo sistema sarà usato a partire dal 2022, quindi conviene scegliere fin da ora televisori che hanno questa nuova configurazione, in modo da non cambiarli dopo pochi anni.

Tra le altre cause, può capitare che:

  • Il decoder non funzioni bene, quindi va cambiato.
  • Ci sono problemi con l’antenna, che va orientata.
  • Non c’è abbastanza segnale.

Oggi, sono rarissimi i casi in cui non si riesce a sintonizzare i canali RAI, ma può capitare che siano canali privati o locali a non vedersi. In questo caso, conviene vedere sul sito ufficiale del canale televisivo qual è la frequenza.

In questo modo, inserendo la frequenza con la sintonizzazione manuale, si riescono a vedere anche i canali locali.

Conclusione

Sintonizzare i canali RAI si fa con una procedura guidata. Quindi, sbagliarla è quasi impossibile. In ogni caso, si può provare a spegnere e riaccendere il televisore, ma non conviene farlo per evitare danni al sistema operativo (danni che non rientrano nella garanzia, attenzione!).

Quindi, il consiglio è di fare con calma e fare attenzione quando si copiano le sentenze. In questo modo, si potranno avere i canali RAI in chiaro.

Ci sono molte persone che non vedono i canali RAI e si chiedono se si può evitare di pagare il canone: purtroppo, intervenire con una “sintonizzazione al contrario” del decoder oscurando i canali non basta e nemmeno le preferenze.

Il canone va pagato lo stesso, in quanto si paga come tassa. I servizi a pagamento, invece, funzionano in modo tale che si paghi solo quello che si vede o solo nel periodo di visualizzazione pagato, con la possibilità di chiudere il contratto in qualsiasi momento.

Ora, prova a sintonizzare i canali RAI seguendo la procedura guidata e vedrai che i canali torneranno a vedersi come prima!

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button