Le tre Migliori Serie TV Netflix

L’enorme produzione artistica di Netflix costituisce uno dei suoi più grandi punti di forza.

Le sorprese continuano mese dopo mese, intrattenendo tutti gli spettatori ed assecondando le loro richieste.

Insieme scopriremo le tre migliori serie Tv Netflix, nonostante sia abbastanza difficile scegliere tra tutti i prodotti rilasciati dal colosso dello streaming.

In ogni caso, ci affidiamo a dati sicuri come il numero di visualizzazioni ed il reating di gradimento, che sfiora il 97 % nei tre casi che analizzeremo.

Le Serie Tv realizzate da Netflix raggiungono un pubblico vastissimo, riuscendo a trasmettere messaggi significativi e a permettere alle persone di distrarsi e concentrarsi su qualcosa di diverso.

1) Sex Education – Stagione 2

La serie firmata Netflix “Sex Education” è stata acclamata già dalla prima stagione – uscita nel 2019. Con il sopraggiungere della seconda, a Gennaio del 2020, ha raggiunto un boom impressionante.

La serie tratta argomenti molto vicini al pubblico più giovane, insegnando e divertendo contemporaneamente. Il protagonista è Otis Milburn (Asa Butterfield), un adolescente che si trova a dover affrontare le prime esperienze relazionali.

Sua madre Jean è una scrittrice e terapista sessuale di fama nazionale, il cui lavoro ha profondamente segnato Otis. Nel corso degli episodi lo vedremo sfruttare i consigli captati dallo studio della madre per aiutare i suoi compagni, migliorando con loro.

2) BoJack Horseman – Stagione 6

La seconda parte dell’ultima stagione di BoJack Horseman è stata rilasciata a fine Gennaio 2020, lasciando i fan intristiti dalla chiusura.

Parliamo di una serie animata satirica, che affronta tematiche estremamente attuali, ricoprendo tutto con un velo di ironia.

Prodotta da Raphael Bob-Waksber, la serie è ambientata in una Hollywood immaginaria abitata da umani ed animali antropomorfi. BoJack Horseman è una star decaduta che prova a riconquistare la propria fama.

Aveva ottenuto il successo grazie ad una serie degli anni novanta intitolata “Horsin’ Around”, ma dopo la chiusura non è più stato contattato da altri produttori.

Nel corso delle stagioni, BoJack entra in contatto con tantissimi personaggi diversi, ritrovandosi ad affrontare dialoghi intensi che riflettono la realtà attuale ed il desiderio comune di lasciare un segno nel mondo. 

3) La Regina degli Scacchi

Concludiamo con una miniserie, che è stata rilasciata da Netflix poco tempo fa, il 23 Ottobre del 2020.

La serie prodotta da Scott Frank e Allan Scott ha incontrato il favore di una percentuale molto alta di utenti, che l’hanno definita come qualitativamente superiore rispetto alle ultime serie andate in onda su Netflix.

La trama ruota intorno ad una bambina prodigio, Beth Harmon (Anya Taylor-Joy), descrivendo cronologicamente una parte delle sua vita che va dagli otto ai ventidue anni.

La ragazza si trova a dover affrontare diversi situazioni difficili, che la portano ad una dipendenza dall’alcol e dagli psicofarmaci. L’unico elemento che resta invariato nel corso del tempo è la sua profonda passione per gli scacchi.

Beth dovrà riuscire a combattere contro i propri demoni per diventare campionessa mondiale di scacchi.

Quali Tv giganti acquistare?

Le Tre Migliori Tv in Ultra HD : Prezzi e Specifiche

Se siete alla ricerca di tv giganti uniche, capaci di riprodurre fedelmente colori e immagini, dovreste considerare l’ipotesi di acquistare un modello 4K.

Ci riferiamo alle cosiddette “televisioni giganti”, modelli conosciuti poiché in grado di superare la media sia per dimensione che per risoluzione.

La tecnologia 4k, definita anche Ultra HD, permette di raggiungere un livello di risoluzione pari a 3840×2160 pixel, mentre i modelli Full HD precedenti arrivavano a 1920×1080 pixel. Leggendo questi pochi dati, vi risulterà piuttosto semplice riuscire a visualizzare la differenza e comprendere i vantaggi associati alle TV giganti.

Sfruttando le potenzialità di queste televisioni riuscirete a portare un intero cinema dentro casa. Sarà come essere seduti in sala ma senza dover pagare il prezzo del biglietto.

Scopriamo ora il prezzo delle TV giganti, analizzando tre tra i migliori modelli e confrontandone i singoli elementi tecnici.

Sony Smart TV, 4k Ultra HD 75 pollici

Il primo modello inserito nella classifica appartiene alla casa di produzione Sony. Il codice specifico associato è il seguente: KD75XH8096PBAEP; mentre il prezzo della TV gigante si aggira intorno ai 2000,00 Euro.

Questa Smart TV, che rientra nella classe di efficienza energetica B, è disponibile in diverse dimensioni, tra cui 75’ e 85’ pollici. Uno schermo massiccio che vi permetterà di estraniarvi completamente dalla realtà, trasportandovi all’interno della scena.

Il Processore 4k x-reality pro fa si che ogni immagine venga analizzata in tempo reale, migliorano istantaneamente nitidezza, contrasto e dettagli. Allo stesso tempo, il display Triluminos accentua i colori e trasmette realismo alle immagini riprodotte.

Aggiungiamo poi che la nuova Sony è completamente personalizzabile. Potrete associare la televisione ai vostri dispositivi, collegando Alexa o qualsiasi altro assistente digitale. In questo modo, vi sarà possibile cambiare canale o spostarvi tra le applicazioni semplicemente sfruttando la voce, attraverso i richiami vocali.

Samsung BET-H Business

Proseguiamo con il secondo modello, questa volta prodotto e venduto da Samsung. Il BET-H dispone della tecnologia Ultra HD, disponibile nelle due versioni di 50’ e 70’ pollici.

Parlando sempre dei prezzi delle TV giganti, in questo caso ci aggiriamo intorno ai 1170,00 Euro.

La risoluzione di questo schermo è sicuramente il suo punto di forza. Grazie al sistema HDR, ogni immagine viene trattata singolarmente e migliorata nel dettaglio. L’esperienza visiva che ne deriva è estremamente realistica e dinamica, paragonabile alla visione cinematografica.

Inoltre, BET-H può essere associato all’applicazione Samsung Business Tv. Tramite l’app, sarete in grado di organizzare come preferite gli elementi di sistema scegliendo tra circa 100 template pre-caricati.

LG Smart TV, Ultra HD 70 pollici

Con il terzo modello concludiamo la nostra breve classifica, facendo riferimento all’offerta proposta da LG. Il codice specifico associato alla televisione è il seguente: UM7100PLA. Invece, il prezzo di questa TV gigante ruota intorno agli 800,00 Euro.

Come per le televisioni viste in precedenza, anche in questo caso ritroviamo applicata la tecnologia 4k Ultra HD. La risoluzione resta molto alta, con il processore Quad Core a 10 bit che analizza ogni fotogramma delle singole immagini, per migliorarne la qualità finale.

Associato al dispositivo troverete il telecomando Magic Remote LG, dotato di comando vocale. Il telecomando potrà essere collegato ad Alexa, così da controllare in remoto le singole azioni legate all’utilizzo della televisione.

Le Tre Migliori TV del 2020

Quali sono le 3 migliori tv del 2020?

Scegliere il televisore adatto alle proprie esigenze non è mai semplice; l’offerta attuale è così vasta da lasciare spesso dubbi ed indecisioni.
Il 2020 ha prodotto alcuni tra gli schermi più interessanti degli ultimi anni, dimostrando quanto il settore tecnologico si stia evolvendo e raggiungendo uno stadio superiore.

Per aiutarvi e consigliarvi durante la scelta vi proponiamo una breve lista, ovvero le tre migliori TV del 2020, facilmente reperibili anche online.

Partiamo subito con la descrizione dei singoli prodotti, in modo che possiate valutarli personalmente.

.1 Samsung QLED TV


Il modello Samsung QLED (codice Q950TS) è disponibile in tre versioni diverse, distinguibili in base alle dimensioni dello schermo: 85 pollici, 75 pollici e 65 pollici.

Rientra in una nuova generazione, quella della risoluzione 8k ultra HD, quindi 8 volte superiore rispetto alle immagini in full HD. 
La AI (intelligenza artificiale) associata al sistema Samsung segue tutto il processo di elaborazione delle immagini e risposta cliente. Il QLED migliora i contorni di oggetti e testi, rendendo la visione più completa e realistica.

Parliamo di un prodotto Smart, pronto a rispondere alle vostre esigenze in pochissimi secondi.

Il processore del televisore è nascosto all’interno della connection box, una scatola esterna che appare separata rispetto allo schermo. Lo scopo principale della scatola è quello di ridurre il numero di cavi posti dietro la TV, spostando le entrate dei singoli fili.

Chi acquista il nuovo Samsung QLED è libero di appendere lo schermo al muro, proprio come se fosse un quadro, senza dover combattere contro gli antiestetici cavi. 

.2 Sony Bravia

Il secondo modello rientra nella categoria Sony, con codice identificativo KD75XH8096.

Il televisore supporta una risoluzione 4k ultra HD, ovvero 4 volte quella delle immagini in full HD. Qualsiasi cosa guarderete con la nuova Sony vi apparirà estremamente nitida e reale.

Non raggiunge i livelli di qualità e precisione del Samsung QLED ma, in riferimento al prezzo, il compromesso è decisamente accettabile.

Inoltre, il modello supporta i seguenti servizi: Netflix, Infinity, Amazon Prime Video, Rai Play, DAZN.

Aggiungiamo anche che il telecomando è dotato del “comando vocale” che vi permette di sfruttare i servizi in modo molto più veloce e intuitivo.

.3 LG OLED TV

Concludiamo con il modello LG OLED BX, disponibile sia nella versione 55 pollici che 65 pollici.

La tecnologia OLED, con oltre 8 milioni di pixel autoilluminanti, permette di ottenere neri e colori perfetti, estremamente vividi e realistici.

Inoltre, il nuovo processore a9, appartenente alla terza generazione, fa si che l’audio del televisore aumenti e migliori esponenzialmente rispetto alle versioni precedenti. Un salto di qualità senza precedenti, che ci fa capire quanto LG stia investendo nella produzione e ricerca tecnologica.

Anche in questo caso, il televisore è compatibile con le principali App, tra cui: Disney+, Apple TV, Netflix, NOW TV, Prime Video, Raiplay.

Scopri Come Ordinare i Canali TV Samsung

Ordinare i canali sul proprio TV Samsung significa riportarli alla giusta posizione, organizzarli secondo un ordine specifico che renda più semplice ritrovarli al momento dell’utilizzo.

Oggi capiremo quali sono i metodi da sfruttare per ordinare i canali delle TV Samsung, considerando le impostazioni e le modalità riferite a questa specifica categoria di televisori. Tuttavia, capita spesso che i modelli presentino caratteristiche simili; quindi potrete tentare il processo anche con un dispositivo appartenente ad una casa di produzione diversa.

Iniziamo subito e scopriamo come ordinare i canali.

Indice dei Contenuti      

Processo di Sintonizzazione

La prima opzione a vostra disposizione è la sintonizzazione. Quest’ultima può essere intesa come Automatica oppure Manuale, a seconda del vostro dispositivo e del tipo di processo che volete attuare.

Iniziamo con la Sintonizzazione Automatica, per poi spostarci su quella Manuale.

Sintonizzazione Automatica

L’unica cosa di cui avrete bisogno per completare questo processo è il telecomando del dispositivo ed il televisore stesso.
Come anticipato dal nome, parliamo di un processo automatico, realizzato direttamente dalla TV dopo avergli indicato alcuni semplici comandi.

Per prima cosa, individuate il tasto “Menù” e poi selezionate tra le voci che compariranno quella che riporta il termine “Impostazioni”. Cliccate su “Canale” o “Trasmissione” (a seconda del nome riportato sul modello).
A questo punto verrete reindirizzati su una nuova schermata, dove selezionare “memorizzazione automatica dei canali”. Questa indicazione vi permette di accedere al pannello delle configurazioni della televisione e ritrovare la voce relativa alla scansione dei canali disponibili.
Potrebbe esservi richiesto di inserire un apposito PIN; controllate il manuale della TV ed individuate il “codice di sblocco” (nella maggior parte dei casi è 1111, 0000, oppure 1234). Una volta inserito potrete procedere senza ulteriori interruzioni.

Quando sarete entrati nella sezione di configurazione dovrete selezionare l’opzione Antenna e scegliete “Digitale” come modalità di sintonia.
Fatto questo potrete avviare la scansione premendo sul tasto “Avvia”, in modo da iniziare la ricerca dei canali.

Sullo schermo comparirà una barra d’avanzamento che riporta lo sviluppo in tempo reale dell’operazione e il numero specifico di canali individuati e sintonizzati. Terminato il processo dovrete solo premere il tasto Ok e la sintonizzazione sarà completata.

Sintonizzazione Manuale

Il processo di Sintonizzazione Manuale potrebbe essere necessario se, al termine dell’Automatica, alcuni canali non risultano ancora sintonizzati.
Specifichiamo subito che per effettuare la Sintonizzazione Manuale sarà necessario conoscere le frequenze dei singoli canali da aggiungere.

Esistono diversi modi per ottenere queste frequenze:

– Tramite il sito Internet dell’ente emittente, raggiungendo la sezione “Frequenze” o “Copertura su Territorio Nazionale”.
– Sfruttando Google. Quello che dovrete fare sarà ricercare prima Frequenza e poi il nome del canale desiderato.
– Collegandosi al sito Ditti, una piattaforma online che consente di individuare le frequenze della maggior parte dei canali.

Completato questo processo potrete finalmente dedicarvi alla sintonizzazione. Raggiungete nuovamente la sezione “Canale” (o “Trasmissione”) dal menù Impostazioni della televisione.
Qui dovrete selezionare l’opzione “Sintonizzazione Manuale”, per poi digitare la frequenza relativa ai canali scelti ed avviare la scansione.

Dopo pochi secondi il canale verrà registrato e resterà nella memoria della TV, diventando visibile fin da subito.

Come Ordinare i Canali Senza Sintonizzazione

La Terza opzione a vostra disposizione consiste nel cambiare manualmente il numero associato al canale.

Per farlo dovrete recarvi nella sezione “Canale” (o “Trasmissione”) dal menù delle Impostazioni della televisione. Selezionate poi la voce “Elenco Canali”, in modo che vi appaia la lista completa.

Individuate il canale specifico a cui volete cambiare numero, raggiungetelo con la freccetta del telecomando e cliccate il tasto tools – sempre dal telecomando -. Tra le opzioni vi comparirà anche “Modifica Numero Canale”.

A questo punto vi basterà selezionare l’opzione ed inserire il numero che preferite associare al canale. Se avete più di un canale da modificare dovrete semplicemente rifare il processo nello stesso ordine.
Salvate e cambiamenti ed il numero risulterà definitivamente cambiato, fin da subito.

Conclusioni

Qualunque sia il motivo per cui avete bisogno di ri-organizzare o ri-ordinare i vostri canali sul televisore Samsung, attraverso la nostra breve guida riuscirete nell’intento.

Se doveste avere problemi potete contattare l’assistenza clienti Samsung, disponibile dal Lunedi alla Domenica, dalle 09:00 alle 19:00, per dare supporto ai propri utenti.

Nello specifico, il numero verde messo a disposizione è il seguente: 800 726 7864.
In caso di mancata risposta potrete inviare una mail all’assistenza, compilando l’apposito forum messo a disposizione da Samsung.

Speriamo di esservi stati utili in questo processo, aiutandovi a comprendere come funziona la sintonizzazione e come ordinare i canali su una qualsiasi TV Samsung.

Come Sintonizzare i Canali con una TV Samsung

Le televisioni moderne, in particolare i modelli Samsung, offrono diverse possibilità e opzioni utili per sintonizzare i canali il più velocemente possibile.

Seguendo la guida che stiamo per proporvi non avrete problemi a completare il processo di sintonizzazione in poco tempo e facilmente, liberandovi da qualsiasi ansia o preoccupazione. Tutto quello di cui avrete bisogno è il televisore stesso e l’apposito telecomando.

Vediamo nel dettaglio quali sono i passaggi da seguire.

Sintonizzazione Automatica

La prima opzione a vostra disposizione è la Sintonizzazione Automatica, un modo rapido e semplice per occuparvi dei canali in maniera guidata e automatizzata.

Ciò significa che il televisore farà il lavoro al posto vostro, consentendovi di risparmiare molto tempo. E’ importante precisare che non tutti i canali potrebbero essere visibili al termine della sintonizzazione automatica; quindi controllate attentamente e, in caso non ci fossero, procedete con la sintonizzazione manuale.

Per iniziare accendete il televisore ed afferrate il telecomando. Individuate il tasto “Menù” e poi scendete tra le voci fino a “Impostazioni”.

A questo punto cliccate su “Canale” o “Trasmissione” (il nome potrebbe cambiare in base ai modelli).

Verrete reindirizzati su una nuova schermata. Qui selezionate “memorizzazione automatica dei canali” in modo da accedere al pannello delle configurazioni della televisione e ritrovare la voce relativa alla scansione dei canali disponibili.

Potrebbe esservi richiesto di inserire un apposito PIN;

controllate il manuale della TV ed individuate il “codice di sblocco” (nella maggior parte dei casi è 1111, 0000, oppure 1234). Una volta inserito potrete procedere tranquillamente.

Entrati nella sezione di configurazione selezionate l’opzione relativa all’Antenna e scegliete “Digitale” come modalità di sintonia.

Fatto questo potrete avviare la scansione premendo sul tasto “Avvia”, in modo da iniziare la ricerca dei canali.

Lo schermo riporterà una barra d’avanzamento che vi fornisce informazioni sullo sviluppo dell’operazione e sul numero di canali individuati e sintonizzati. Terminato il processo dovrete solo premere il tasto Ok e la sintonizzazione sarà completata.

Sintonizzazione Manuale

Se avete individuato dei canali non ancora sintonizzati dopo avere completato tutti i passaggi della sintonizzazione automatica, allora vi converrà passare a quella manuale.

Per farlo vi servirà conoscere le specifiche frequenze dei canali che desiderate raggiungere. Si ottengono recandosi sull’apposito sito Internet dell’ente emittente e individuando la sezione “Frequenze” o “Copertura su Territorio Nazionale”.

Ad esempio, se non riuscite a raggiungere i canali Mediaset e volete conoscerne le frequenze, vi basterà collegarvi al sito ufficiale Mediaset e cercare le frequenze specifiche per ogni città.

– Selezionate Regione, Provincia e Comune e poi cliccate su “Visualizza Canali” –

Se non riuscite a trovare il sito potete tranquillamente sfruttare Google, ricercando prima Frequenza e poi il nome del canale desiderato. Oppure ancora, potrete collegarvi al sito Ditti, una piattaforma online che consente di individuare le frequenze della maggior parte dei canali.

Individuata la frequenza, raggiungete nuovamente la sezione “Canale” (o “Trasmissione”) dal menù Impostazioni della televisione.

Qui dovrete selezionare l’opzione “Sintonizzazione Manuale”, per poi digitare la frequenza relativa ai canali da voi scelti ed avviare la scansione. Dopo pochi secondi il canale verrà registrato e resterà nella memoria della TV, diventando subito visibile.

Come Ordinare i Canali

Può capitare che, in seguito alla sintonizzazione, i canali non risultino presenti nel giusto ordine. In questo caso dovrete recarvi nel menù Impostazioni, e selezionare nuovamente l’opzione “Canale” o “Trasmissione”.

Arrivati a questo punto cliccate su “Ordinamento delle Varie Emittenti”. La maggior parte dei modelli Samsung possiede l’opzione necessaria a disporre i canali in ordine alfabetico o in un ordine personalizzato.

Le Cinque (+ Una) Serie Tv migliori del 2020

Nonostante non sia ancora finto, il 2020 si è rivelato essere un anno tanto sfortunato quanto ricco di sorprese. Ha portato con sé un quantitativo considerevole di prodotti streaming di grande qualità, che hanno saputo accompagnarci durante un periodo complesso.

Ecco la lista delle migliori cinque serie tv (+ un’aggiunta speciale) del 2020, tutto ciò che vale la pena guardare.

1) Hollywood

La prima serie è firmata Netflix, formata da sette episodi e rilasciata il Primo Maggio 2020.

Si concentra sull’analisi della Hollywood dell’età dell’oro, raccontando le storie di un gruppo di aspiranti attori e registi, il cui obiettivo è quello di riuscire a sfondare a Hollywood.

Vengono descritti tutti i lati del mondo del cinema degli anni Cinquanta, i meccanismi reali che permettevano di entrare a far parte di una realtà d’élite.

Associate alle storie dei personaggi si riscontrano alcune delle tematiche più discusse anche nel periodo attuale, come il razzismo e la libertà di genere.

2) Hunters

Una serie realizzata da Amazon Prime Video, trasmessa dalla piattaforma il 21 Febbraio 2020 e suddivisa in 10 puntate.

L’ambientazione costituisce uno dei maggiori punti di forza di questa serie. Siamo nella New York degli anni Settanta, quando la storia del diciannovenne Jonah Heidelbaum (Logan Lerman), si incrocia con quella di Meyer Offerman, interpretato da Al Pacino.

Jonah si troverà incastrato nell’operato di una squadra impegnata nello scovare tutti i nazisti che dopo la caduta del Terzo Reich sono riusciti a rifarsi una vita negli Stati Uniti.

La serie affronta la difficile tematica dell’odio, cercando di capire fino a che punto è giusto spingersi per ottenere giustizia.

3) Gangs of London

Questa volta la casa di produzione è Sky Original, che propone al pubblico una serie estremamente adrenalinica. E’ stata rilasciata a partire dal 23 aprile 2020 ed è composta da 9 episodi.

In soli sette giorni è riuscita ad ottenere ben 2,23 milioni di spettatori, segnando il record come secondo miglior esordio per una produzione originale Sky.

Protagonisti sono Joe Cole (Peaky Blinders) e Michelle Fairley (Il Trono di Spade) che si muovono nelle storie di una potente famiglia criminale di Londra.

L’uccisione del Capo della famiglia porta una serie di lotte e guerre di potere tra bande internazionali, tutte interessate ad ottenere il controllo del territorio.

4) Normal People

Quarta serie firmata Hulu e Bbc, uscita il 16 luglio 2020.

Una serie passionale, che racconta la storia d’amore tra Marianne (Daisy Edgar-Jones) e Connell (Paul Mescal). Durante gli anni che vanno dal Liceo all’età adulta, le strade dei due giovani si scontrano, creando un rapporto indelebile che esprime perfettamente il misto di solitudine e passione associato ad una grande storia d’amore.

La serie è disponibile su Starzplay, è divisa in dodici episodi ed è tratta dall’omonimo romanzo di Sally Rooney.

5) L’amica Geniale stagione 2

Entriamo nella sfera delle produzioni tutte Italiane, con uno dei titoli più attesi dell’anno dopo l’incredibile successo del 2019.

A partire dal 10 Febbraio, continua la storia di Lila e Elena. La prima si è appena sposata, la seconda continua a studiare. Entrambe cercano di trovare loro stesse, tenendo in vita un’amicizia spettacolare, capace di catturare oltre 7 milioni di spettatori.

6) Plus: The Umbrella Academy stagione 2

Ancora una serie targata Netflix, uscita appena due settimane fa (31 Luglio), eppure già divorata da una quantità considerevole di spettatori.

La serie è ispirata ai fumetti di Gerard Way e Gabriel Bà, che raccontano la storia di sette ragazzi dotati di superpoteri fin dalla nascita, adottati da un milionario.

La prima stagione termina con il loro viaggio nel tempo, che li porterà nella città di Dallas, nel 1960.

Solo guardando gli episodi potrete scoprire cosa è successo ad ognuno di loro.

Migliori TV : Come scegliere

Come scegliere le migliori TV sul mercato? In questo settore, la tecnologia fa passi da gigante. Così, un televisore comprato l’anno prima presenta dei difetti già l’anno successivo. In più, è necessario anche dare un’occhiata alle dimensioni e al prezzo. Ci sono altri fattori, però, che fanno la differenza tra le migliori TV e quelle da buttare dopo poco tempo. Ecco quali sono e come scegliere.

Come scegliere

Per scegliere il televisore, converrebbe sempre prendere le misure. Come per qualsiasi complemento d’arredo per la casa, la TV ha bisogno del suo spazio. Si dovrà anche vedere quale dovrà essere la posizione ottimale rispetto al letto o, comunque, alla posizione in cui si trovano i telespettatori. Infine, si dovrà capire dove appoggiare l’apparecchio. Infatti, nonostante le pubblicità, non è consigliabile inchiodare la TV al soffitto, per quanto sottile possa essere!

Oggi, il televisore è quasi un computer. Ha un processore e un sistema operativo. Il primo consiglio è di puntare sulla smart TV rispetto a quella tradizionale. Così, sarà più semplice usare Netflix o servizi simili, o semplicemente andare su YouTube per godersi un video alla televisione. A questo punto, si deve capire “Quale” sistema operativo. Ce ne sono tre in commercio: Android, WebOS e Tizen OS. Oltre a questo, si deve vedere se la TV si collega alla rete in modalità wireless (scelta consigliata), oppure se si deve attaccare al modem. Tutti questi aspetti vanno visti al momento dell’acquisto delle migliori TV in giro, ma non sono le uniche cose che vanno tenute in conto. Ecco qualche consiglio per non disorientarsi.

Per risoluzione schermo

Lo schermo non è il vecchio vetro di una volta. La stessa TV al plasma è ancora in commercio, ma lo sarà ancora per poco. Anche per gli smartphone, infatti, dominano i display LCD, LED, OLED e curvi. Ci sono anche i Quantum Dot in commercio. Perché sono così richiesti? Semplicemente perché offrono una visione migliore e maggiori colori a disposizione per i pixel rispetto ai modelli più tradizionali.

Quali sono le differenze?

  • I display LCD/LED usano gli LCD per un impatto energetico minore e per ridurre lo spessore del televisore, assicurando un’ottima visione.
  • I Quantum Dot offrono una gamma maggiore di colori, che sono anche più nitidi.
  • Gli OLED utilizzano la funzione di spegnimento del pixel per creare il nero e ridurre i consumi in questo modo.
  • I display ricurvi offrono una visione da cinema solo se si ha la certezza di vedere lo schermo di fronte.

Il tipo di schermo non c’entra con la risoluzione. In ogni caso, conviene scegliere un modello Quantum Dot se si è disposti a spendere molto, oppure uno schermo a LED, a patto che abbia la possibilità di interagire come smart TV.

Per altre caratteristiche

Nella scheda tecnica del prodotto si possono leggere alcune delle caratteristiche principali, quelle che servono a fare un’ottima scelta. In particolare, se si parla di televisori non si può fare a meno di fare riferimento a:

  • Risoluzione.
  • HDR.
  • Numero di uscite.
  • Presenza o meno del 3D.
  • Slot Common interface Plus (CI+).
  • Gli standard supportati.
  • Il Refresh rate.
  • Angolo di visione.
  • Consumi.
  • Assistenza tecnica e garanzie.

Spesso si fa l’errore di vedere la risoluzione e non se è possibile contattare l’assistenza clienti in caso di bisogno. Per questo, conviene sempre leggere una guida prima di comprare qualcosa! Allora, la risoluzione delle migliori TV oscilla tra l’HD, il Full HD e il 4K (= o Ultra HD). Il consiglio è sempre quello di scegliere la via di mezzo, cioè il Full HD. Perché? Il motivo più banale è che il 4K incide molto sulla linea Internet e potrebbe essere in abbonamento. In più, perché la televisione italiana offre sempre repliche dove il 4K non è contemplato…

L’High Dynamic Range, o HDR, è invece un sistema per TV di fascia alta, che permette di definire con chiarezza le ombre in movimento. Il 3D è una scelta che si può fare, sempre con l’idea della TV come al cinema. C’è un “ma”, però. Serviranno gli occhiali anche in casa e i danni agli occhi non sono da sottovalutare. In più, il 3D è disponibile solo nei modelli più costosi. Le uscite dell’apparecchio possono già essere un aspetto più interessante.

Se prima bastava il collegamento al caro vecchio registratore, oggi serve la possibilità di un’apertura USB (ma anche più di una), il supporto HDMI e quello per il jack per le cuffie. Per avere la certezza di non dover buttare il televisore dopo un anno, si deve verificare che siano presenti le sigle: DVB-T2 per il supporto code H.265/HEVC. Così, si avrà la certezza che il televisore supporti il digitale terrestre di nuova concezione. La Slot Common interface Plus (CI+) serve per chi ha gli abbonamenti alla pay TV e usa le carte. Il refresh rate è, invece, quante volte il televisore aggiorna l’immagine. Si misura in Hertz e, per l’Italia, gli standard sono 50Hz, 100Hz e 200Hz. Quindi, non conviene scegliere modelli diversi.

Per prezzo

Il prezzo è certamente uno dei criteri più usati per scegliere tra le migliori TV. Come abbiamo visto, le caratteristiche devono essere il primo punto in agenda. Poi, se le caratteristiche sono uguali e i prezzi diversi, si potrà stabilire e decidere per il modello più conveniente. Cosa ci si può aspettare, però, da un modello con un budget già prefissato? Per esempio, cosa dovrebbe avere il miglior televisore a 200 Euro o poco meno?

Con 200 Euro, si può scegliere un modello smartTV o meno. Ovviamente, non si potrà avere accesso al 3D o al Quantum Dot, ma ci sono ottime soluzioni Full HD e HD. Si dovrà solo verificare la presenza della Slot Common interface Plus (CI+) (consigliata) e della funzione DVB-T2. Infine, si deve vedere quanti ingressi ci sono. Di solito, 2 HDMI, un’apertura USB e una Scart sono più che sufficienti. Lo schermo utilizzato per questi tipi di modelli è generalmente il LED o l’OLED.

Se si può spendere qualcosa in più, a poco meno di 500 Euro si ottiene anche di più. Per esempio, 200 Hz per il refresh rate, oppure una soluzione con Wi-Fi integrato. Così, non si avrà alcun bisogno di collegare la TV al modem. I modelli dai 400 Euro in su offrono anche una risoluzione a 4K.

Un budget superiore ai 500 Euro consente maggiore possibilità di scelta. Aumentano le aperture (l’HDMI passa da 2 a 4, per esempio) e in alcuni modelli si trovano facilmente sia il supporto HDR per le ombre che il 3D. Gli schermi, invece, variano da OLED a curvi LED/OLED. La connessione smartTV è tra le cose di base per modelli che costano, con la garanzia di grandi aziende come Sony e Panasonic.

Conclusione

Quale scegliere? Tutto dipende da budget ed esigenze. Il consiglio è di vedere almeno che ci siano tutte le funzioni di base. Quindi, di puntare su una smartTV con connessione Wi-Fi con una risoluzione Full HD e in grado di supportare il digitale terrestre di nuova concezione. Cercando bene, tutto questo è possibile anche con modelli da 200-400 Euro.

Se si vuole vivere l’esperienza del cinema, invece, meglio puntare sui modelli da 500 Euro in su (molto in su), per avere la certezza di una visione davvero “di lusso” anche a casa e per il tempo libero.

Sito segnalato su mrlink.it